Artista

Oliver Laric

Versions

2010, Video HD a canale singolo, suono, 9 minuti (loop). Courtesy dell’artista e Tanya Leighton

approfondisci

Per Laric il tempo è una costruzione sociale non una realtà fisica, per questo nel suo lavoro coesistono realtà multiple e la distinzione fra originale e copia cessa.

Il video, presentato in apertura della mostra, investiga l’idea di gerarchia delle immagini: ovvero l’idea che alcune immagini – personali, collettive o socialmente costruite – siano più rilevanti di altre, o addirittura che le copie o le repliche siano più valide degli originali.

Versions enfatizza il fatto che avere solo un’immagine originale è problematico e questo si applica anche all’idea di rappresentazione che abbiamo di noi stessi. Di fronte a una serie di copie che riecheggiano e ampliano la circolazione di immagini individuali, culturali e documentarie, quale versione è reale? Ma soprattutto, cosa importa?

Laric riconosce una forma di creazione di immagini non gerarchica e ci invita a riflettere su questo tema che, nel contesto della mostra, diventa un’interpretazione essenziale. Infatti, l’opera suggerisce che la nostra conoscenza visiva e la nostra capacità di esplorare noi stessi piuttosto che il mondo circostante non si concentra più sulla dicotomia “originale” e “copia”, perché nella nostra epoca l’una non ha precedenza sull’altra.

Oliver Laric (Innsbruck, Austria, 1981). Vive e lavora a Berlino, Germania. Ha avuto mostre personali presso S.M.A.K., Ghent; the Saint Louis Art Museum; Kunstverein Braunschweig, Germania; Schinkel Pavillon, Berlino; Secession, Vienna; Museum of Contemporary Art Cleveland; Austrian Cultural Forum, London; Hirshhorn Museum and Sculpture Garden, Washington, D.C. e al MIT List Visual Arts Center, Cambridge, Massachusetts. Ha partecipato a mostre collettive presso: Whitechapel Gallery, Londra; Kunsthalle Fridericianum, Kassel; Palais de Tokyo, Parigi. Il suo lavoro è stato presentato per la New Museum Triennial, 2015; la Liverpool Biennial, 2016; São Paulo Biennial, 2018 e Guangzhou Triennial, 2018.

Versions

2010, Video HD a canale singolo, suono, 9 minuti (loop). Courtesy dell’artista e Tanya Leighton

approfondisci

Sito personale

TORNA ALLA MOSTRA

Condividi